Vladimir Luxuria: “Non mi sono operata per paura, Rebecca al Grande Fratello è importante”

vladimir-luxuria.jpg

Vladimir Luxuria parla di sé al settimanale Chi in edicola mercoledì 11 novembre. E, soprattutto, parla del mondo transessuale: “Fino agli Anni Cinquanta venivamo rinchiusi nei manicomi e sottoposti all’elettrochoc o mandati dall’esorcista – racconta – Oppure eravamo definiti ‘delinquenti abituali’. Adesso forse c’è una spinta esagerata, una corsa ad avere il trans per rendere cool una festa. La cosa importante per me è invece la comparsa di Rebecca, la trans tipo Sora Lella del Grande Fratello, una casalinga. Facile apprezzare Eva Robin’s o Lea.T. Abbiamo invece il diritto di essere poco attraenti”.

Quindi spiega che il “profilo dell’uomo che va a trans” non esiste: “Premesso che sono molti di più gli uomini che cercano le donne. Ci sono quelli che vanno con le donne e con i trans. I ragazzi spesso ci vanno una volta per provare e poi mai più. Alcuni si appassionano, ma la maggior parte non è attratta dai trans come surrogato della donna, ma perché è una creatura sui generis. Con cui puoi essere attivo e passivo”. Non ci sono neppure omosessuali nascosti: “L’omosessuale ama la mascolinità. E i trans sono molto femminili, anche nella sensibilità

Continua a leggere qui..

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *