Veronica Satti a IsaeChia.it: “Grazie al ‘Grande Fratello’ ho imparato a conoscermi davvero! I pregiudizi sul mio amore per Valentina? Purtroppo l’omofobia nel 2018 esiste ancora”. E a proposito del bacio con Alberto Mezzetti…

Solare, un po’ ribelle e anche molto fragile, abbiamo conosciuto Veronica Satti durante la sua avventura al Grande Fratello 15, dove era entrata con tanti dubbi sulla sua persona, e con tante incertezze sul suo rapporto con il padre, Bobby Solo, che sembra piano piano cominciare a risolvere grazie all’aiuto che ha trovato nei suoi compagni di viaggio, negli autori del reality show, ma soprattutto in se stessa.

Oggi, ad oltre un mese di distanza dalla fine della sua esperienza nella Casa più spiata d’Italia, Veronica ha raccontato in esclusiva a noi di IsaeChia.it come questa avventura l’abbia cambiata, in che rapporti è rimasta con i suoi ex coinquilini e quali sono i suoi progetti per il futuro, non dimenticando di togliersi qualche sassolino dalla scarpa nei confronti di chi ha mal giudicato la sua storia d’amore con la fidanzata Valentina.

Veronica Satti

Ciao Veronica! Partiamo dall’inizio: cosa ti ha spinto a partecipare ad un’esperienza forte come quella del Grande Fratello? E quali erano le tue paure prima di entrare? Ciao ragazze! Ho deciso di partecipare al Grande Fratello Nip innanzitutto per sdoganare questo stereotipo del figlio d’arte raccomandato. Io non mi ritengo Vip ed ho deciso di fare la versione Nip proprio perché non voglio essere un personaggio mediatico ma piuttosto, umanitario. Oltre a questo l’ho fatto sicuramente per mio padre, per farmi conoscere e riallacciare un rapporto con lui.

A proposito di tuo papà, Bobby Solo, dopo i messaggi che ti ha fatto arrivare durante la tua avventura al Gf, siete riusciti a incontrarvi una volta uscita fuori? No, ancora non ci siamo incontrati perché lui è in tournée in America, ma sono sicura che lo faremo non appena ritornerà.

Nella Casa ti abbiamo vista alternare momenti felici ad altri più malinconici, durante i quali non ti staccavi mai da delle cuffiette rosse. Cosa rappresentano per te quelle cuffiette? Le hai lasciate in Casa alla fine del reality o le hai portate con te? Due anni fa sono stata molto male, sono stata anche in una clinica perché ho avuto alcuni problemi che – anche se ora sto meglio – hanno lasciato degli strascichi. Le cuffiette mi alienavano dall’ansia e dalle situazioni che mi facevano paura, ma il Grande Fratello è stata la medicina più potente, mi ha risanata sotto tanti punti di vista e quando si sono spente le luci della Casa le cuffiette sono rimaste lì insieme a tutto ciò che mi faceva paura.

Durante questi 50 giorni infatti hai fatto un grosso cambiamento, cosa ha rappresentato per te questa esperienza? Ti senti una Veronica nuova adesso? Non mi sento una Veronica nuova mi sento Veronica. Prima non sapevo chi fossi perché mi nascondevo davanti a troppi preconcetti e stereotipi già decisi. Ora sono una donna che si è risolta, o almeno è sulla buona strada e per questo devo ringraziare Barbara D’Urso, tutti gli autori, i miei compagni di avventura, chi mi sostiene, la mia famiglia, la ma ragazza, e soprattutto ringrazio me stessa per averci creduto.

All’interno del reality andavi d’accordo quasi con tutti: con chi hai legato di più e chi sono le persone che senti ancora oggi? C’è qualcuno che hai visto cambiato una volta usciti fuori dalla CasaHo legato tantissimo con Luigi Favoloso, e anche adesso che siamo fuori ci sentiamo tutti i giorni

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *