Shia LaBeouf confessa: odio la celebrità, è obsoleta

Lanciato al cinema dal ‘padrino’ Steven Spielberg, Shia LaBeouf ha in questi ultimi anni fatto parlare di se’ più per le interperanze fuori dal set che per determinati ruoli interpretati sul grande schermo. In estate nei cinema d’Italia con il bellico Fury, il divo prenderà poi parte a film come Man Down e American Honey. Nessun ritiro dalle scene, in sostanza, come ventilato lo scorso anno via social. Intervistato da Variety l’attore, da oltre un anno fidanzato con Mia Goth, conosciuta sul set di Nymphomaniac, ha provato a spiegare i motivi che l’hanno portato ad allontanarsi da Hollywood. Da lui ormai guardata quasi con disprezzo.

‘Il mestiere dell’attore è diventato terribilmente esclusivo, e comprende una serie di annessi e connessi legati allo status di “celebrity”. Questa condizione priva le persone della propria individualità, le divide e le separa interiormente. Come celebrity non sono considerato un individuo

Continua a leggere qui..

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *