Recensione The Gifted, Fox trova la formula giusta per portare gli X-Men in tv

The Gifted

Il mondo televisivo della Marvel si arricchisce di un nuovo capitolo, mostrando, se qualcuno ancora avesse dei dubbi, il vasto materiale da cui Marvel Tv può attingere e soprattutto la capacità di adattarsi, rinnovarsi, rigenerarsi a seconda del mezzo e del luogo di messa in onda.

Il mondo di The Gifted è parte dell’universo degli X-Men i cui diritti sono in mano alla 20th Century Fox che qui produce insieme a Marvel Tv, andrà in onda negli USA a partire dal 2 ottobre su Fox e 12 giorni più tardi arriverà anche in Italia su Fox, dal 18 ottobre a comporre una serata targata Marvel insieme a Inhumans . Entrando a gamba tesa in un mondo conosciuto, The Gifted non perde tempo a spiegare cosa sono i mutanti, da dove arrivano, dando per assodato quanto mostrato da anni dai film (senza menzionare ovviamente i fumetti). Spiazzando lo spettatore più attento, dopo mesi di trailer e manifesti incentrati su una famiglia protagonista, la serie si apre con una lunga sequenza d’azione che introduce il personaggio di Jamie Chung, Clarice Fong, aka Blink, mutante con la capacità di teletrasportarsi, in fuga dalla polizia e salvata da altri mutanti Eclipse/Marcos Diaz interpretato da Sean Teale, Thunderbird/John Proudstar (Blair Redford) e Polaris/Lorna Dane (Emma Dumont).

prosegui la lettura

Recensione The Gifted, Fox trova la formula giusta per portare gli X-Men in tv pubblicato su <a href="http://www

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *