Piccoli giganti, ultima puntata del 2 giugno | Lorella Cuccarini tra gli ospiti | Diretta dalle 21.10

itemcontent{min-height:640px!important}function waitForVideoDivElement(elementPath, callBack){
window.setTimeout(function(){
if($(elementPath).length){
callBack(elementPath, $(elementPath));
}else{
waitForVideoDivElement(elementPath, callBack);
}
}, 500);
}

lorella-cuccarini-piccoli-giganti.jpg

Stasera, venerdì 2 giugno, alle 21.10 su Real Time andrà in onda la finale di Piccoli giganti e la seguiremo in liveblogging. Conduce Gabriele Corsi con il piccolo Giorgio Zacchia.

Piccoli giganti, le squadre e i capitani vip

I protagonisti sono i bambini, tra i 4 e gli 11 anni, che si divertono a esibirsi, mostrando il loro talento e le loro capacità in diverse discipline artistiche, suddivisi in tre squadre: gli Aquiloni, le Stelle Filanti e le Bolle di Sapone, capitanate dal campione olimpico di nuoto Massimiliano Rosolino (Aquiloni), dalla ballerina, conduttrice e attrice Rossella Brescia (Stelle Filanti) e dalla star di YouTube, amatissima dai ragazzi, Leonardo Decarli (Bolle di Sapone). Ogni squadra ha un rappresentante delle tre categorie: Mascotte (un bambino tra i 4 e i 7 anni), Canto e Ballo (per il canto e il ballo, può esserci anche una coppia di bambini) e i tre capitani decidono di volta in volta chi far esibire, tra momenti di musica, danza e gag divertenti.

Piccoli giganti, i giudici

Le esibizioni dei componenti delle tre squadre sono commentate da una giuria composta dai volti di Real Time Enzo Miccio, Benedetta Parodi e Serena Rossi.

Piccoli giganti, il meccanismo e la collaborazione con Unicef

Alla fine di ogni puntata, esibizione dopo esibizione, ogni squadra ha un punteggio e la squadra che al termine delle sei puntate avrà guadagnato il punteggio più alto vincerà una borsa di studio per tutti i suoi componenti. Sarà l’Unicef, che collabora alla realizzazione del programma, a mettere in palio la borsa di studio che permetterà ai bambini che la vinceranno di coltivare le proprie inclinazioni artistiche e culturali. Grazie alla collaborazione con l’Unicef, inoltre, nel corso del programma vengono raccontate anche le storie di bambini meno fortunati, “piccoli giganti” che lottano quotidianamente contro le ingiustizie, le violenze, le guerre e la povertà. Con i suoi interventi per l’acqua – tema affrontato durante la prima puntata -, l’istruzione, l’alimentazione e la salute, l’Unicef aiuta tanti “piccoli giganti” a crescere e sognare, perché i bambini hanno gli stessi sogni e desideri ovunque nascano o crescano, nonostante gli orrori e i traumi che sono costretti a vivere

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *