Maria De Filippi, il settimanale ‘Chi’ rivela il progetto segreto a cui sta lavorando la conduttrice

Trono classico - Maria De Filippi

Oggi è il compleanno di uno dei personaggi più amati e più seguiti degli ultimi anni. Stiamo parlando di Maria De Filippi, la Queen della televisione italiana che oggi compie 57 anni e che è riuscita ad entrare nel cuore degli italiani grazie ai suoi programmi di successo.

Tra le prime a farle le auguri la sua fedelissima Raffaella Mennoia e la vincitrice dell’ottava edizione di Amici, Alessandra Amoroso ma non è mancato un messaggio anche da parte di Ursula Bennardo:

C’è Posta Per Te, Temptation IslandUomini e Donne e Amici sono sulla cresta dell’onda ormai da tempo, aggiudicandosi spesso lo share e battendo la concorrenza. La De Filippi, però, è sempre in cerca di nuove idee e proposte per rendere sempre più seguite le sue trasmissioni  e le scelte pare siano apprezzate dal pubblico da casa. Questa estate, infatti, è andata in onda la prima edizione di Temptation Islan Vip e, stando agli ascolti che ha ottenuto, non è stata sicuramente una scelta malvagia.

Ma Maria sembra non volersi accontentare, un nuovo format potrebbe ben presto fare compagnia ai telespettatori, e a lanciare lo scoop è il settimanale Chi.

Ecco l’indiscrezione riportata dal giornale diretto da Alfonso Signorini:

In gran segreto Maria De Filippi sta preparando una versione serale, messa in onda a partire da febbraio, del suo programma quotidiano Uomini e Donne. Con lei in questa avventura la fidata Raffaella Mennoia per un qualcosa che si prevede esplosivo in stile Temptation Island Vip. Maria è pronta all’ennesima rivoluzione – sempre su Canale 5 e sempre in prima serata – ma con nuove idee per un format già vincente di suo.

Voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe avere delle puntate serali di Uomini e Donne?

L’articolo Maria De Filippi, il settimanale ‘Chi’ rivela il progetto segreto a cui sta lavorando la conduttrice proviene da Isa e Chia .

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *