Marco Liorni: “Polemiche con la Rai? Stava accadendo qualcosa di incomprensibile”

marco-liorni.jpg

Lo conosciamo per essere stato il volto buono del pomeriggio di Rai 1, i 7 anni passati negli studi de La vita in diretta per lui sono stati la palestra per eccellenza, ma qualcosa è andato storto, come se la famosa ‘crisi del settimo anno’ si fosse spostata in ambito lavorativo per lui, ma Marco Liorni, generalmente discreto e mai sopra le righe, nell’intervista rilasciata al settimanale Oggi ha scelto di parlarne a circa un mese dalla sua ultima puntata.

Il conduttore cerca di spiegare le motivazioni che hanno portato alla tensione con la Rai, resosi conto delle polemiche che giravano attorno al suo addio al programma giornalistico, ma non si azzarda ad addentrarsi in quella che è stata evidentemente una situazione delicata, sul filo della degenerazione:

E’ la prima volta che mi accade, stava accadendo qualcosa di incompresibile. Avevamo concordato una strada, poi è saltata e siccome eravamo a fine aprile, quindi molto in là, c’è stato un momentaccio, rapporti tesi. Ma poi, insomma, non si poteva gettare proprio tutto alle ortiche. Adesso metteremo semi al sabato pomeriggio.

Il 12 settembre 2011 parte la sua avventura a La vita in diretta raccogliendo un testimone pesante, quello di Lamberto Sposini (ricordato affettuosamente nell’intervista), le sei edizioni hanno lasciato il segno nelle sue abitudini:

Questi 7 anni mi hanno dato tanto in termini di esperienza umana, e poi tanti amici, troppi caffè, il contatto col Paese in tempi di crisi e di segnali di ripartenza.

Liorni aggiunge il fatto che tra i tanti momenti più impegnativi vissuti nell’arco delle edizioni condotte, c’è senza ombra di dubbio il racconto della morte di Fabrizio Frizzi nel giorno del suo addio.

prosegui la lettura

Marco Liorni: “Polemiche con la Rai? Stava accadendo qualcosa di incomprensibile” pubblicato su <a href="http://www

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *