‘L’Isola dei Famosi 13’: l’opinione di Chia sulla quarta puntata

L'Isola dei Famosi 13

E poi niente. Passano gli anni, cambiano i protagonisti, le edizioni dei reality e dei talent si succedono una dopo l’altra. Ma c’è una cosa, una cosa sola che rimane stoicamente immutata nel tempo: la mia scarsa simpatia per il pubblico televotante.

Sulla carta tutti assetati di trash, tutti bramosi di fiumi di sangue che scorrono copiosi… e poi? E poi alla prima occasione utile eliminano come dei cecchini ogni elemento del cast che può regalarci cat fight e gioie. Ma perché?

Prima Eva Henger, poi Nadia Rinaldi, ieri Cecilia Capriotti. Poi però non lamentatevi se questa tredicesima edizione de L’Isola dei Famosi è di una noia mortale, nei daytime rotolano le balle di fieno e al lunedì sera solo pochi eroi riescono a resistere fino all’una di notte senza appisolarsi come i vecchi di terza fila del Trono over quando partono i pipponi infiniti di Gemma Galgani. Perché ve le cercate, santo cielo.

Per carità, tanto caruccio Simone Barbato, però davvero ci siamo privati di una donna che non le mandava certo a dire come Cecilia, capace di dare vita a dinamiche interessanti e rapidissima nel buttarsi a pesce nei conflitti tra naufraghi, e ci siamo tenuti lui che è il primo ad abbioccarsi in ogni dove nemmeno fosse uno di noi quando sta davanti alla tv?

Se andiamo avanti così, tempo un paio di puntate e a Cayo Cochinos rimangono Giucas Casella, due paguri e una carriola di disagio. Dopo le defezioni di Chiara Nasti, Francesco Monte e Craig Warwick non ci resta che sperare in qualche innesto succoso, in qualche new entry di spicco che possa rompere gli schemi (e le pelotas degli altri naufraghi) per scongiurare due mesi di prevedibile sonnolenza.

Un primo passo in questo senso potrebbe averlo mosso il rimescolamento dei due gruppi avvenuto ieri sera dopo la prova ricompensa

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *