Laura Foriga: “Andrea Facchinetti? Dopo Pechino Express abbiamo avuto una storia”

laura-forgia-andrea-facchinetti.png

Chi segue Pechino Express lo sa: Laura Forgia, Professoressa, ed Andrea Facchinetti, Fratello della Sorella Naike Rivelli, si sono innamorati. Il viaggio estremo per l’Ecuador ed il Perù deve aver svegliato gli ormoni dei due viaggiatori che, come si può vedere ogni lunedì su Rai 2, non possono fare a meno di stare insieme ed “amoreggiare”. Ma la storia, stando a quanto dichiarato a Tv Sorrisi & Canzoni dala bionda professoressa nonché ex tentatrice di Temptation Island, è già giunta al capolinea:

“Vista la situazione estrema è nato un grande feeling, ci siamo infatuati e regalati delle emozioni. Quando la gara è finita ci siamo frequentati, ho conosciuto sua mamma (Ornella Muti, ndB) e le sorelle, lui si è buttato a capofitto in questa storia scambiandola forse per vero amore ma poi io sono partita per girare un film e non sono stata molto presente”.

La Forgia ha anche raccontato le emozioni vissute all’interno dell’adventure reality:

“Pechino Express è una gara, una competizione, vengono fuori quei lati selvaggi che nello studio non si possono vedere. Per quattro anni hanno detto che io ed Eleonora eravamo ‘rigide’, ora si sono ricreduti. Nel programma di Rai2 posso tirare fuori una grinta pazzesca. Il momento più duro è stato la scalata del Chimbonazo in Ecuador e la corsa nel deserto di Sechura in Pelù. Ma in realtà tutto! Si mangiava poco e male. A volte ci davano il letto appena munto, per loro è una delizia, non potevamo non berlo! Però, quanti attacchi di mal di pancia.”.

Intanto Andrea Facchinetti, rimasto single, è tornato a pensare a Martina, sua ex storica:

“È stata una storia importantissima, abbiamo convissuto per 7 anni. Dal punto di vista sentimentale posso dire che la nostra storia è tutto ciò che conosco. Poi ci siamo allontanati, però adesso stiamo attivando delle dinamiche per riavvicinarci

Continua a leggere qui..

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *