‘Gf 15’, Selvaggia Lucarelli svela il contenuto della scritta che ha portato alla squalifica di Luigi Favoloso!

Luigi Favoloso - Selvaggia Lucarelli

E’ stata una serata parecchio movimentata quella della puntata del Grande Fratello andata in onda ieri sera. Tra i momenti cruciali ricordiamo la squalifica di Luigi Favoloso. L’imprenditore napoletano, a seguito di un provvedimento preso nei suoi confronti, ha dovuto abbandonare la Casa. Luigi, nel cuore della notte, avrebbe infatti scritto su di una maglietta una frase sessista (ve ne abbiamo parlato QUI ). Nulla di più è stato aggiunto sulla vicenda, ma a chiarirci le idee ci ha pensato Selvaggia Lucarelli, destinataria della frase incriminata.

Pochi minuti fa Selvaggia ha infatti pubblicato un lungo post su Facebook riferito proprio a quanto accaduto durante la quinta puntata del reality:

Qualche giorno fa un personaggio della casa del gf, alle 4 del mattino, ha protestato con chi non gli dava le sigarette infilandosi una maglietta su cui aveva scritto col rossetto “Selvaggia suca“. Lo aveva raccontato la mattina dopo Simone e il tizio in questione, parlando sottovoce con altri inquilini, si chiedeva preoccupato se l’avesse fatta troppo grossa. E’ un personaggio che ho già diffidato in passato tramite avvocato per atteggiamenti dal sapore vagamente minatorio e calunnie sul conto di persone che mi sono vicine.
Il resto- chi sia e chi fosse anche prima di entrare- è stato ampiamente raccontato. Soprattutto da lui stesso, per cui non aggiungo nulla. Ed era in buona parte già noto.

Ieri sera, dall’alto della sua onestà intellettuale e sull’onda della sua strenua lotta contro il sessismo che la conduttrice ha ampiamente dimostrato inserendo nel cast un concorrente che collabora con i gruppi più indegnamente sessisti della rete (cosa ammessa nella casa, che quindi evidentemente andava bene), la conduttrice ha squalificato il concorrente “perchè ha scritto una cosa sessista su una maglietta

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *