‘Gf 15’, nuove accuse a Simone Coccia da parte di una modella che lo esorta: “Chiedi scusa a Stefania Pezzopane e a tutte le donne cui ti sei proposto mentre stavi con lei!”

Grande Fratello 15 - Stefania Pezzopane e Simone Coccia

Più il tempo passa, più sbucano fuori nuovi nomi di donne che si scagliano contro Simone Coccia Colaiuta. L’ex concorrente del Grande Fratello 15, infatti, non è mai stato esente a critiche, specie da parte di donne con le quali avrebbe flirtato durante la sua relazione con la parlamentare Stefania Pezzopane. Se in passato, infatti, erano state rivelate delle chat hot che l’ex gieffino ha inviato all’ex compagna d’avventura, Lucia Bramieri, anche un’altra opinionista di Barbara D’Urso, Floriana Secondi, non ha nascosto di aver ricevuto delle foto piuttosto particolari da parte dell’abruzzese (in QUESTO articolo trovate tutti i dettagli), così come l’ex concorrente dell’Isola, Elena Morali. In una lunga lettera rilasciata al settimanale Di Più, anche un’altra donna ha lanciato le stesse accuse al Coccia, ossia la modella brasiliana Catia Dos Santos. Quest’ultima ha raccontato al magazine di aver ricevuto nel 2016 – quando Simone stava con Stefania già da due anni – dei messaggi piuttosto spinti da parte del gieffino e, se in un primo momento si era prestata al gioco, quando le chat son diventate particolarmente incandescenti ha deciso di rivolgersi a un avvocato. Oggi Catia pretende le scuse da parte dell’uomo, motivo per il quale ha deciso di parlare di lui pubblicamente:

Basta dire bugie, Simone. Basta provarci con le altre donne. Basta chiedere a perfette sconosciute di incontrarti. L’uomo che i telespettatori del GF hanno visto e conosciuto non è lo stesso uomo che ho conosciuto io. Tu sei completamente diverso. Per 50 giorni dentro la Casa hai recitato la parte del ragazzo sensibile, dell’uomo a tratti fragile e molto innamorato. Un’interpretazione da premio Oscar

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *