‘Gf 15’, gioco delle confessioni tra i finalisti. Matteo Gentili ad Alessia Prete: “Mi hai fatto riscoprire vivo!”. Mentre Lucia Orlando punge Simone Coccia… (Video)

Alessia Prete e Matteo Gentili

Ultime ore nella Casa per i sei concorrenti del Grande Fratello 15, che domani sera in prima serata su Canale 5 si contenderanno il montepremi finale.

Ad un passo dal traguardo, il Grande Fratello ha dato loro l’opportunità di confrontarsi e dirsi apertamente tutto quello che non si sono mai detti: ieri sera infatti, dopo una bellissima cena a lume di candela, gli inquilini di Cinecittà raccolti al tavolo in giardino hanno estratto da una boule un bigliettino contenente il nome di un loro compagno di avventura a cui rivolgere il più onesto pensiero.

Emozionante il momento in cui Matteo Gentili ha pescato il nome della fidanzata Alessia Prete, a cui ha riservato parole bellissime mentre ripercorreva le tappe della loro conoscenza:

Fin dai primi giorni mi hanno chiesto chi tra le ragazze presenti nella casa, potesse essere il tipo di ragazza che mi poteva piacere, e tu eri tra le due ragazze che a primo impatto potevano essere il mio prototipo. Poi ci siamo distaccati perché noi ragazzi dormivamo al Lido Carmelita, però non nego che mi mancavi, mi mancava il tuo sguardo, il tuo sorriso e tu sai quello che c’è stato dall’inizio, il lavarsi i denti insieme, i nostri sguardi, il primo confessionale insieme. Poi è nato un qualcosa, difficile da spiegare, e difficile è anche dire come sia nato. E’ stato bello conoscerti già dai primi giorni e non andare subito oltre.

Il calciatore viareggino, che di solito è molto restio a parlare dei suoi sentimenti, ha continuato parlando anche della notte in cui si sono scambiati il primo bacio, quella in cui probabilmente è cominciato davvero tutto:

Penso che tu sia una ragazza con la testa sulle spalle, e seria. E’ questo che mi ha colpito, oltre al fatto che sei fantastica, e al tuo sorriso che mi incanta ogni volta che lo vedo. E continua a ridere perché non è bello vederti piangere, il pianto non è cosa tua. Poi c’è stato quel bacio e sappiamo noi quello che abbiamo provato quella sera, e quello che grazie a quella sera abbiamo iniziato a costruire. Sai la mia situazione, io non avrei mai pensato di poter incontrare una persona come te e di cancellare tutto quello che era il mio passato in pochi giorni. Per questo ti ringrazio perché mi hai fatto riscoprire vivo. Era da tanto che non provavo di nuove queste emozioni. Spero che quello che è nato qui dentro possa continuare anche fuori, magari sarà un ripartire da zero perché ci saranno circostanze in cui dovremo convivere, però sono sicuro al 100% che questa possa essere la nostra strada

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *