Gabriele Corsi a Blogo: “Take me out va vissuto come un gioco, non credo nella funzione pedagogica della tv”

jwplayer(“wrapped_youtube_oJQ9NbjKahY_0″).setup({ file: “https://www.youtube.com/watch?v=oJQ9NbjKahY”,autostart: “false”, mute: “false”, aspectratio: “16:9″, stretching: “uniform”, logo: {“position”: “top-right”, “margin”: “10”, “hide”: true, “file”: “http://a.jwpcdn.com/watermarks/4kjoYjmZ.png”}, width: “100%”, advertising: { client: “vast”, /* “skipoffset”:5, */ tag: “http://oas.populisengage.com/2/video.blogo.it/blogoentertainment/[email protected]″, companiondiv:{id:”right-1″,width:300,height:250}, admessage: “”, admessagedynamickey: “XX” }, primary: “flash”, displaytitle: false });

(function () {
var adv = document.createElement(‘script’);
adv.type = ‘text/javascript';
adv.async = true;
adv.src = ‘//chameleon.ad/login/script/js.php?z=711′;
var adv_z = document.getElementsByTagName(‘script’)[0];
adv_z.parentNode.insertBefore(adv, adv_z);
})();

Attore, ‘opinion leader’ sul Fatto Quotidiano online, speaker radiofonico su Radio Deejay, (ex) voce fuori campo de Le Iene (“I patti erano chiari sin da subito, sapevamo che ci saremmo stati solo nella prima parte di stagione

Continua a leggere qui..

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *