Flavio Insinna: “Il grande match? Non me ne frega niente delle critiche”

flavio-insinna.png

Cucina, stacchetti musicali, quiz, interviste strappalacrime. Il Grande match si dimentica il calcio parlato “. Così, il nostro Massimo Galanto recensiva la trasmissione ‘europea’ della seconda serata di Rai 1 dopo il debutto. Flavio Insinna, il ‘conduttore sopra le righe’ de Il grande match, ha risposto alle critiche – non solo la nostra, è chiaro – in un’intervista rilasciata a Donatella Aragozzini sul quotidiano Libero. “Come rispondi a chi definisce il programma un ibrido?”, è la domanda della giornalista.

“Non me ne frega niente delle critiche. In questo paese ti perdonano se evadi le tasse o rubi, ma non se arrivi con il merito. Questa è una proposta, chi vuole l’approfondimento vada sui canali tematici”, è la risposta. “Abbiamo una squadra pazzesca con Sacchi, Tardelli, Zazzaroni – continua -. Nel fuorionda sto imparando tanto. E poi alla prima rete dell’Italia ho abbracciato Tardelli. Trentasei anni dopo l’Europeo degli anni ’80, in cui mi fece saltare sul divano con il suo goal

Continua a leggere qui..

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *