Daria Bignardi: “Ho avuto poco tempo per decidere il dopo Ballarò. Al sabato arriva Gramellini”

unnamed.jpg

Ormai non si parla che della nuova Rai3. E Daria Bignardi, forte della sua popolarità televisiva, è pià sovraesposta che mai come Direttore sui giornali. A intervistarla quest’oggi è il Corriere della Sera, fornendole nuove opportunità per chiarire la linea editoriale e la programmazione della sua rete.

 

A partire dalla scelta più chiacchierata, quella di cancellare il vecchio Ballarò puntando su un volto Sky:

 

“Massimo Giannini ha avuto il grande merito di tenere dritta la barra di Ballarò in un clima di emergenza. Il talk show fiume di tre ore, che ingloba più e diversi temi, è una formula finita, lo disse per primo Michele Santoro che ne fu il fondatore. Ora occorre cambiare. Io ho avuto poco tempo per decidere. Studiare sperimentazioni richiede tempo, prove, valutazioni. Per rispetto della Rai dovevo andare sul sicuro. Semprini è una certezza professionale e umana. Guiderà una formula da 90 minuti agile, innovativa, in discontinuità coi vecchi talk show interminabili. Capisco l’obiezione di Freccero. Perderemo qualcosa in termini di share a causa della lunghezza. Ma era tempo di cambiare rotta e credo che sia Rai3 a dover iniziare a farlo”

Continua a leggere qui..

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *