Chiara Biasi e Oscar Branzani, la polemica non si placa nemmeno per Natale!

A volte, anzi molto spesso, capita che due persone non si lascino nel migliore dei modi e da quando esistono i social network gli strascichi della rottura proseguino per mesi con frecciatine e battutine sulle bacheche di Facebook, Twitter o Instagram. Di solito queste scaramucce sono note solo agli amici dell’ex coppia, ma nel caso di persone famose con migliaia di follower al seguito allora la diatriba assume una risonanza molto più ampia.

Nello specifico ci riferiamo alla fashion bolgger Chiara Biasi e al calciatore, oggi in forza al Barletta, Oscar Branzani. La loro storia fino a qualche tempo andava a gonfie vele, come testimoniavano le numerose foto postate dai sue sui social, poi con il trasferimento di lei a Milano le cose hanno subito una prima battuta di arresto, poi un ritorno di fiamma durante un romantico fine settimana a Forte dei Marmi e infine la rottura definitiva. Si è detto che i due si fossero lasciati a causa del flirt di lei con con Fabio Borriello, fratello del bomber della Roma Marco, anche se la Biasi ha sempre smentito con forza la cosa (QUI il post).

In quell’occasione Oscar aveva già scritto un lungo sfogo su Facebook per prendere le distanze dalla sua ex accusandola di essere cambiata dopo il forte successo ottenuto grazie al suo blog di moda. Dopo mesi, però, le cose non sono cambiate e nemmeno in occasione del Natale la polemica sembra placarsi. Probabilmente i fan del calciatore gli devono aver segnalato le numerose frecciatine di lei a mezzo Instagram, a cui Branzani ha deciso di replicare con un nuovo lungo status, in cui invita Chiara Biasi a smettere di infangarlo e di assumersi le responsabilità della loro rottura.

Facebook

Facebook

 

E voi che ne pensate?

Continua a leggere qui..

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *