Baye Dame Dia disperato: “Io ho dato la mia vita al ‘Grande Fratello’ e loro mi hanno ripagato con un mucchio di coriandoli. Sono rovinato!”

Continua a non essere un periodo sereno quello che sta vivendo Baye Dame Dia. Ha fatto il suo ingresso al Grande Fratello 15, lo scorso 17 aprile, con la speranza di cambiare in positivo la sua vita, ma l’incontro con Aida Nizar ha spezzato tutti i suoi buoni propositi.

Si è parlato a lungo del suo atteggiamento ingiustificabile nei confronti della concorrente spagnola, che lo ha condotto alla squalifica dal reality e lo ha fatto finire nel mirino degli haters. Inutili, o comunque a poco, sono serviti i tentativi del giovane senegalese di giustificarsi e di placare i commenti negativi nei suoi confronti.

L’esperienza nella trasmissione di Canale 5 ha avuto ripercussioni anche nel suo contesto lavorativo. Il romano, infatti, prima di entrare nella Casa più spiata d’Italia, svolgeva l’attività di commesso in un negozio di abbigliamento, ma le cose adesso sembrerebbero essere cambiate, come egli stesso ha raccontato  al settimanale Nuovo Tv:

Al momento ho perso il lavoro, anche se, in realtà, mi ero dimesso prima di entrare nella Casa. Non ho ancora parlato con la direzione dell’azienda, ma i miei trascorsi lavorativi sono ottimi e spero che non si facciano influenzare da quanto è successo in Tv. Forse, per farmi rientrare al lavoro, l’azienda sta aspettando che la trasmissione finisca. Ma non se sono sicuro.

Per un ragazzo così giovane si tratta sicuramente di una condizione spiacevole, dato che è questo lavoro la sua maggior fonte di mantenimento. Il suo secondo impiego, ovvero quello di performers – è una richiesta drag queen nei locali romani – non è sufficiente per pagare le bollette.

Sono rovinato! Mi stanno aiutando i miei genitori. Sono andato via di casa a 18 anni e mi sono sempre mantenuto da solo, invece ora mi trovo a chiedere i soldi alla mia famiglia, che mi fa pure la spesa. Spero che il reality mi porti almeno a partecipare a qualche evento finché non tornerò a fare il lavoro di prima

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *