Antonella Fiordelisi a IsaeChia.it: “Sara Affi Fella sul trono di ‘Uomini e Donne? Business! Sapevo che la scelta di Mattia Marciano sarebbe ricaduta su Vittoria Deganello, perciò ho preferito non presenziare in studio. E su Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez…”

Ha soli 19anni, la bellissima Antonella Fiordelisi, eppure vanta già una carriera di tutto rispetto in qualità di spadista nella Federazione Nazionale Italiana di scherma.

Di recente, la giovane salernitana ha deciso, però, di intraprendere anche diverse altre avventure, come quella di tentatrice quest’estate a Temptation Island 4, e di corteggiatrice di Mattia Marciano nelle scorse settimane a Uomini e Donne. L’epilogo di questa seconda esperienza non ha permesso ad Antonella di godere il lieto fine tanto desiderato, ma oggi, in esclusiva per noi di IsaeChia.it è proprio la stessa Fiordelisi a raccontarsi e a raccontare perché ha voluto comunque gettarsi a capofitto in questo percorso televisivo, pur consapevole che le cose per lei non sarebbero state semplici…

Antonella Fiordelisi

Ciao Antonella! Dopo averti conosciuta per le tue doti sportive, quest’estate ti abbiamo rivista a Temptation Island 4, dove ti sei fatta notare in qualità di tentatrice soprattutto grazie alla vicinanza a Nicola Panico, fidanzato di Sara Affi Fella! I due, dopo il falò conclusivo, hanno deciso di tornare insieme, salvo poi lasciarsi nuovamente nelle scorse settimane, quando proprio la stessa ragazza è stata presentata come nuova tronista di Uomini e Donne. Hai più avuto modo di sentire Nicola o di chiarire con Sara dopo d’allora? Che ne pensi della scelta di lei di cercare un nuovo amore in trasmissione, soprattutto a distanza di così poco tempo dalla rottura col Panico? Ciao ragazze! Io penso che sia ridicola, anzi, userei un’esclamazione di Tina Cipollari per descrivere la situazione: “Business!”. Fino a qualche giorno prima stavano ancora insieme… che schifo! Comunque no, dopo Temptation non ho sentito Nicola, né Sara, anche perché non c’era assolutamente nulla da chiarire: il format prevedeva delle tentatrici per i fidanzati e dei tentatori per le fidanzate. Io ho fatto solo il mio gioco e sbaglia chi la prende come un cosa personale!

Anche tu nelle scorse settimane sei approdata a Uomini e Donne, ma tu in qualità di corteggiatrice di Mattia Marciano. Cosa ti ha colpito di lui a tal punto da convincerti ad andare in uno studio televisivo per conoscerlo meglio, mettendoti in competizione con altre ragazze? Premesso che mi piacciono le sfide, ma soprattutto Mattia mi ha colpito per la sua sensibilità, poi avevamo avuto modo di sentirci tramite whatsapp i primissimi giorni di giugno ed ero rimasta incuriosita da lui, peccato che poi sia dovuta partire per Temptation Island! Fatto sta che al mio ritorno ci siamo un po’ persi di vista, anche se devo ammettere che lo sentivo veramente interessato a conoscermi. Perciò, c’ho messo un po’ di tempo a convincermi e, quando me la sono sentita, ho deciso di provare a corteggiarlo in trasmissione. Ma forse quando io sono arrivata era ormai troppo tardi…

Sembrava che fosse rimasto molto entusiasta del tuo arrivo in studio, tanto da ammetterlo candidamente e portarti subito in esterna con sé. Anche durante la vostra uscita non si è trattenuto dal ribadire quanto fosse contento che fossi scesa per lui… Sì, è vero, anche se mi sembrava più freddo rispetto a quel poco che mi aveva trasmesso per messaggio nei mesi precedenti, forse perché in cuor suo aveva già scelto. Durante l’esterna effettivamente mi è sembrato complice, ma poi, nel momento in cui l’abbiamo rivista in studio, ho capito che con Vittoria c’era un feeling particolare, confermato dal fatto che s’infervorasse un po’ troppo a ogni minimo attacco di Tina.

Credi, come pensano in tanti, che i due fossero effettivamente d’accordo già da prima sul fatto che la scelta (che abbiamo visto in onda ieri pomeriggio su Canale 5) sarebbe ricaduta sulla Deganello? Sì, infatti quando Mattia ha scelto io non ero in studio, avevo già capito tutto, perciò ho preferito non presenziare! Poi sono dell’idea che se Tina ha insistito così tanto e con così tanta fermezza su una loro pregressa conoscenza, vuol dire che era sicura di quello che affermava. D’altronde: “Vox Tinae, vox populi“, (ride, ndr)

Continua a leggere qui..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *